Istruzione in primo piano, attenzione alla salute delle comunità, supporto per progetti locali. Così magneti marelli interviene in india. Con una precisa csr policy.

L’India è un paese importante per il business di Magneti Marelli. Dal 2007 al 2014, è stato infatti replicato tutto il perimetro industriale con l’apertura di dieci impianti.
Le iniziative di CSR hanno dato una speranza di continuità nella formazione di centinaia di studenti poveri che arrivano dalla parte più vulnerabile della società indiana del Nord.

Proteggere l’infanzia in India: le Case del Sorriso di CESVI
Sostenere le Case del Sorriso, centri educativi creati dall’organizzazione CESVI: questo l’impegno più forte di Magneti Marelli in India.
“L’approccio di Magneti Marelli si fonda su una visione strategica, su una scelta ragionata”, spiega Giangi Milesi, presidente del Cesvi,“non è un’attività filantropica che nasce da un innamoramento, ma c’è la volontà di legarsi ai Paesi in cui l’azienda è presente. Molto importante è anche la non occasionalità del supporto dato e la lungimiranza di integrare l’investimento in progetti esistenti.”
Dal 2013 Magneti Marelli supporta infatti due Case del Sorriso in India: la Casa Nambikkai e la Casa Ananda, entrambe affidate ad associazioni locali. Luoghi sicuri e protetti, in cui ai bambini orfani o ai minori in difficoltà, privati di bisogni fondamentali come l’istruzione, l’alimentazione e il sostegno della famiglia, vengono offerti strumenti e conoscenze. Oggi sono 43 i ragazzi e le ragazze, tra i 6 i 18 anni ospiti delle case, e il numero crescerà. La vicinanza ai villaggi contribuisce a mantenere il legame con le famiglie, a far crescere e a ridare speranza a tutta la comunità.